Il PNRR per la Digitalizzazione e l’Up-Grade Informatico


Interventi di cui alla Misura 1, riferibili alla digitalizzazione e innovazione tramite dotazioni di hardware, software e riorganizzazione di servizi della PA secondo gli obiettivi UE Next GEU e in coerenza con il Piano Nazionale Triennale per l’informatica nella PA e relative Strategie

Il Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione 2024 -2026 collegamento (di seguito Piano Triennale o PT), che costituisce utile aggiornamento delle precedenti pianificazioni triennali, è uno strumento fondamentale per promuovere la trasformazione digitale del Paese e, in particolare, quella della Pubblica Amministrazione italiana.

In questo contesto in continua evoluzione, con l’ accelerazione provocata dal suo maggiore utilizzo nel corso del periodo della pandemia da Covid-19, la tecnologia riveste infatti un ruolo di primo piano e necessita di un Piano e di una programmazione di ampio respiro, che tenga conto delle molteplici variabili sul tema e sui cambiamenti in corso.

L’evoluzione delle soluzioni tecnologiche rese disponibili e l’adeguamento delle norme rivolte all’ambito della digitalizzazione, nonché gli interventi finanziari europei e nazionali sul tema, stanno accompagnando e rafforzando notevolmente la strada della trasformazione digitale già in corso.

Fin dalla sua prima edizione (2017-2019) il Piano Triennale Nazionale ha rappresentato il documento di supporto e di orientamento per le Pubbliche amministrazioni italiane nella pianificazione delle attività sul percorso di innovazione tecnologica e nelle edizioni successive ha costituito il riferimento per declinare le strategie che si sono susseguite nel tracciato operativo composto da obiettivi e attività.


La (le) Strategia(e)

La strategia generale del Piano per l’informatizzazione della PA, si articola in 3 essenziali obiettivi specificiattuabili secondo un programma di medio – lungo periodo, declinabili come segue:

    1. Favorire lo sviluppo di una società digitale, nella quale i servizi mettono al centro i cittadini e le imprese, attraverso la digitalizzazione della pubblica amministrazione che costituisce il motore di sviluppo per tutto il Paese;
    2. Promuovere lo sviluppo sostenibile, etico ed inclusivo, attraverso l’innovazione e la digitalizzazione al servizio delle persone, delle comunità e dei territori, nel rispetto della sostenibilità ambientale;
    3. Contribuire alla diffusione delle nuove tecnologie digitali nel tessuto produttivo italiano, incentivando la standardizzazione, l’innovazione e la sperimentazione nell’ambito dei servizi pubblici.

Digitalizzazione e Up-Grade Informatico a Città Sant’Angelo

Se nella edizione  (PT 2021-2023), il PT Nazionale, che ha visto una sua prima e significativa applicazione ed attuazione operata dal competente Servizio del Comune di Città Sant’Angelo, prefigurava, tra l’altro, un quadro di sintesi degli investimenti nel digitale poi definiti compiutamente nell’ambito della Strategia Italia Digitale 2026, in quel momento appena pubblicata, l’aggiornamento 2022-2024 si era, invece, caratterizzato per la presenza sempre più pervasiva degli interventi previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che rappresenta una straordinaria opportunità di accelerazione della fase di esecuzione della trasformazione digitale della PA, attraverso, ad esempio, il riferimento ai target, e alle linee di azione del PNRR, oltre all’indicazione degli Investimenti e degli Avvisi pubblicati nell’ambito della Missione 1.


L’attuazione della Misura 1 del PNRR per digitalizzazione e up grade informatico del Comune di Città S. Angelo: struttura e strumenti per l’attuazione degli interventi

Il Comune di Città Sant’Angelo dispone di un Piano generale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza e si è dotato, di recente, anche di un Piano per la digitalizzazione e l’informatica dell’ente coerente con il PT dell’informatica Nazionale.

Il Comune, inoltre, ha strutturato una specifica unità operativa guidata dalla Responsabile del Settore V Stato Civile, Elettorale, Anagrafe, Ufficio Cimiteri, Servizi Informativi, Dott.ssa Franca Crocetta, con il supporto del Responsabile del Procedimento e Direttore dell’esecuzione (individuato con Det. Dir. Settore V n. 463 del 27.11.23), Dott. Luca Marzuoli, Comandante del corpo di Polizia Locale, nonché dell’Istruttore Amministrativo Dott. Michele Di Giandomenico riuscendo, a seguito di partecipazione a specifici Bandi per assegnazione di risorse previste dal PNRR, e relative candidature, ad aggiudicarsi ben 7 finanziamenti mirati alla attuazione di altrettanti interventi cui corrispondono specifici CUP  (puntualmente esplicitati di seguito puntualmente esplicitati secondo le diverse linee di Investimento nella sezione I 7 interventi per digitalizzazione e up-grade informatico del Comune di Città Sant’Angelo) previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, per un importo complessivo pari ad € 390.671,00.

Lo stato di attuazione di tutti i 7 interventi, al momento, è tale per cui è stato espletato l’affidamento dei servizi finalizzati agli acquisti e forniture oltre che al conseguimento delle connesse prestazioni necessarie per la piena funzionalità e l’aggiornamento dei sistemi.

Tuttavia, le attività sono in corso e, al momento non risulta ancora nessuna spesa (pagamento fatture agli affidatari) ancora rendicontabile.


Non solo PNNR

Il Comune di Città Sant’Angelo, inoltre, attingendo risorse dal proprio bilancio pluriennale, ha messo in gioco ulteriori stanziamenti per un importo complessivo di € 50.250,00, investiti al fine di realizzare le condizioni materiali (acquisti di hardware e software) e logistiche (formazione e ristrutturazione organizzative degli uffici) per ottimizzare gli effetti prodotti dagli investimenti finanziati dal PNRR e massimizzare i benefici derivanti da tale up grade in termini di innovazione digitale, più nel dettaglio riportati puntualmente come di seguito:

  1. Spese per “Servizi di assistenza per la funzionalità e l’aggiornamento dei software necessari all’incremento di informatizzazione degli uffici comunali”, per un importo complessivo di € 2.000,00
  2. Spese per “Acquisti di hardware”, per un importo complessivo di € 8.000,00
  3. Spese per “Telefonia e connettività”, per un importo complessivo di € 28.250,00
  4. Spese per “Noleggio Attrezzature (fotoriproduttori, fax, computer, stampanti ecc.) previste nel Piano di Approvvigionamento” per un importo complessivo di € 28.250,00