EMERGENZA IDRICA

PREVENIAMO LA PROSSIMA EMERGENZA: QUELLA DELL’ACQUA

La stagione invernale è stata caratterizzata da scarse precipitazioni. La situazione, in vista dell’estate, è tutt’altro che incoraggiante, nelle falde c’è poca acqua. Facciamone un uso responsabile!

🔴 Multe da 25€ fino a 500€ per chi la spreca, in vista dell’estate.

 

🤲 Chiudi il rubinetto quando ti lavi i denti o ti radi o lavi le mani.
Lavarsi i denti o farsi la barba, lavarsi le mani sono azioni quotidiane durante le quali lasciamo scorrere l’acqua senza utilizzarla. Questa semplice accortezza permette di risparmiare 6 litri d’acqua ogni minuto.

🚿 Doccia o bagno?
Per una doccia sono necessari circa 20 litri d’acqua, mentre per un bagno ne occorrono circa 150. Il calcolo del risparmio è presto fatto!

🥬 Lava le verdure lasciandole a mollo anziché in acqua corrente.
Le verdure devono essere accuratamente lavate e risciacquate! Basterebbe lasciarle a mollo in una vaschetta per un certo periodo di tempo e risciacquarle poi velocemente sotto un getto d’acqua per realizzare un notevole risparmio d’acqua: Per una famiglia di tre persone è stato calcolato un risparmio di circa 4.500 litri all’anno.

🧺 Utilizza la lavatrice e la lavastoviglie a pieno carico.
Effettuare lavaggi a pieno carico permette di risparmiare una notevole quantità di acqua: per una famiglia “tipo” di tre persone è stato calcolato un risparmio di 8.200 litri all’anno.

🌷 Utilizza acqua già utilizzata per innaffiare l’orto, i fiori o le piante.
Per annaffiare l’orto o i fiori del terrazzo non è necessario utilizzare acqua potabile. Si può invece adoperare l’acqua già utilizzata per altri scopi, ad esempio per le verdure. In questo modo si possono risparmiare in un anno circa 6.000 litri d’acqua potabile.

👔 Utilizzare l’acqua del deumidificatore o del condizionatore per il ferro da stiro.
Oltre a risparmiare sulla bolletta quest’accortezza allunga la vita dell’elettrodomestico essendo completamente priva di calcare.

❄️ Scongelare gli alimenti all’aria o in una bacinella.
L’abitudine di lasciarli sotto l’acqua corrente spreca sei litri al minuto. Ancora meglio è scongelarli togliendoli preventivamente dal congelatore e mettendoli in frigo.

 

⬇️ Condividi questa immagine ⬇️

Decreto Presidenza del Consiglio dei Ministri (10 aprile 2020)

Il Presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte nella conferenza stampa del 10 aprile, ha confermato di aver predisposto un nuovo Dpcm per prorogare le misure restrittive fino al 3 maggio.

“Una decisione difficile – ha detto il Presidente Giuseppe Conte – ma una decisione necessaria, di cui mi assumo tutta la responsabilità politica. È una decisione che ho assunto dopo diversi incontri tenuti con la squadra dei Ministri, con gli esperti del nostro Comitato tecnico-scientifico, con le Regioni, le Province e i Comuni, con i sindacati, il mondo delle imprese, dell’industria, con le associazioni di categoria.

Il Comitato tecnico-scientifico ci ha dato una conferma: i segnali della curva epidemiologica sono incoraggianti. Ci sono evidenti indicazioni che le misure di contenimento sin qui adottate dal Governo stanno dando dei frutti, ma proprio per questo non possiamo vanificare gli sforzi fin qui compiuti.”

Il Presidente del Consiglio dei ministri ha raccomandato di tenere alta la soglia dell’attenzione anche in questi giorni di festa, per Pasqua come per i ponti del 25 aprile e del 1° maggio.

 

Riaprono librerie, cartolibrerie e negozi per neonati e bambini

La proroga prevista dal Dpcm, appena firmato, vale anche per le attività produttive. L’intenzione è di allentare il primo possibile le misure per far ripartire le attività economiche, ma non ci sono ancora le condizioni perché ciò sia possibile.

Rispetto alle precedenti misure restrittive relative alle attività commerciali, nel Decreto ci sono alcune piccole variazioni, che riguardano parziali riaperture. Con il nuovo Dpcm, a partire dal 14 aprile, sarà consentita l’apertura delle cartolerie, delle librerie e dei negozi di vestiti per bambini e neonati e vengono inserite tra le attività produttive consentite la silvicoltura e l’industria del legno.

 

La fase 2

Giuseppe Conte ha poi ricordato che “il Governo è già al lavoro per programmare la fase 2, non possiamo aspettare che il virus sparisca dal nostro Paese. Il programma – ha dichiarato Conte – poggia su due pilastri: l’istituzione di un Comitato di esperti in materia economica e sociale e il Protocollo per la sicurezza nei luoghi di lavoro”.

Il Comitato di esperti sarà presieduto da Vittorio Colao e costituito da professionalità diverse, selezionate fra le eccellenze italiane. Il gruppo di esperti dialogherà con il Comitato Tecnico Scientifico, per disegnare un nuovo modello organizzativo. Il Comitato avrà il compito di elaborare e proporre misure necessarie a fronteggiare l’emergenza e per una ripresa graduale nei diversi settori delle attività sociali, economiche e produttive.

Il secondo pilastro è il rafforzamento del Protocollo per la sicurezza nei luoghi di lavoro, già siglato il 14 marzo.

 

 

Fonte: http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioNotizieNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=4447

Ordinanza N. 21 del 10/04/2020

Nei giorni di sabato 11 aprile 2020, domenica 12 aprile 2020 e lunedì 13 aprile 2020, per l’intera durata delle 24 ore:

1. interdizione assoluta al transito pedonale sui marciapiedi e sulle piste ciclabili di Viale Torre Costiera e del tratto di competenza territoriale del Ponte Filomena Delli Castelli, dal confine con il comune di Montesilvano, con deroga per quanti debbano accedere o uscire dalla propria residenza, domicilio o abitazione posti su Viale Torre Costiera esclusivamente per attendere alle occupazioni per le quali è previsto l’utilizzo dell’autocertificazione conseguente al D. L. 19/2020, in vigore dal 26/03/2020;

2. interdizione assoluta al passaggio di acceleratori di velocità e velocipedi (biciclette, ciclomotori o mezzi a trazione elettrica) sulle piste ciclabili di Viale Torre Costiera e del tratto di competenza territoriale del Ponte Filomena Delli Castelli, dal confine con il comune di Montesilvano;

3. divieto tassativo di accedere su tutte le spiagge del litorale cittadino compreso tra i comuni confinanti di Montesilvano e Silvi;

4. divieto assoluto di stazionare sulle aree verdi del territorio comunale, nelle zone esterne alle carreggiate viarie e nelle aree di sosta e/o parcheggi variamente denominati; ciò in aggiunta alle previsioni di chiusura al pubblico di parchi e aree verdi dotati di recinzione già adottate con precedenti provvedimenti.

⚠️ Si avverte che il mancato rispetto dei divieti e limitazioni di cui sopra sarà punito ai sensi dell’art. 4 del D. L. 19/2020, il quale prevede sanzioni amministrative pecuniarie da € 400,00 a € 3.000,00. Se il mancato rispetto delle già menzionate misure avviene mediante l’utilizzo di un veicolo le sanzioni sono aumentate fino a un terzo.

 

Leggi l’ordinanza completa AttoPubblicato_2020_12_21

Un Uovo per i Bimbi

Un Uovo di Pasqua in omaggio a tutti i bambini dell’asilo e delle elementari da parte dell’Amministrazione Comunale di Città Sant’Angelo, per ringraziare loro e le rispettive famiglie per la pazienza che hannno avuto e dovranno ancora avere in questi giorni di emergenza da Covid-19.

#iorestoacasa

Alimentiamo la Solidarietà

Contribuisci al Fondo Solidarietà del Comune per aiutare le famiglie più bisognose in questo periodo di emergenza da coronavirus con un bonifico all’IBAN:

IT92 R084 7377 2500 0000 0141 527

Bonifico a favore del COMUNE DI CITTA SANT ANGELO indicando nella causale: “EMERGENZA COVID19 + CODICE FISCALE DELL’ORDINANTE” aggiungere il C.F. nella casuale per poter detrarre dalla dichiarazione dei redditi la somma donata.

 

Elenco negozi che aderiscono a SOLIDARIETÀ ALIMENTARE

Attività commerciali dove effettuare acquisti con il buono spesa SOLIDARIETÀ ALIMENTARE.

Se hai bisogno di richiedere il buono spesa clicca qui.


ALIMENTARI:

IL MELOGRANO (M&C SRL)
Via Leonardo Petruzzi, 50
3493473551

CONA MARKET (LEVI SHOP Srls)
Via Della Cona, 18
WA 335404003
0852049116

SUPERMERCATO SANITA’
Strada Giardino, 5
08596786

CASTAGNA S.N.C. SISA
Via Dell’Annunziata, 54
3925030566
08596348

EUROSPIN ITALIA*
Via Leonardo Petruzzi, 111
800595595

FALCIATORE ANTONINO
Via Della Chiesa, 11 (Villa Cipressi)
0859690297

LA PUTECHE DI LODOVICO FABIO & DI STEFANO D.
C.so Vittorio Emanuele, 12
3383785747

IPERCONAD*
Via Leonardo Petruzzi, 140
0859509337

IL BORGHETTO di Giansante Barbara
Via Madonna Della Pace
3920063810


FRUTTA E VERDURA:

MIRVAN FRUTTA E VERDURA (Presutti Vincenzina)
Corso Vittorio Emanuele, 119
3296251922
3279528955

L’AGRUMARIA di REMIGIO LUCIANA
Via Madonna della Pace, 82
0859500792

COLTO E MANGIATO
Viale Matrino, 181
3357740905

L’ANGOLO DELLA FRUTTA (PERINI NAIKE)
Via Salara, 15/17
3284312882


MACELLERIE:

MACELLERIA CAMERANO PASQUALE
C.so Vittorio Emanuele, 27
0859699064
3317742549

MACELLERIA COSTANTINI OSVALDO
Via Madonna della Pace, 83
08595584

LA BOTTEGA DELLA CARNE DI VITTORIO LUIGI
Via della Cona, 18
3281258764

IL PIACERE DELLA CARNE (Pozoga Sylwia)
C.so Vittorio Emanuele, 109
085960388

MACELLERIA D’ALBERTO
Strada Giardino, 1
0859699044

COSTANTINI PASQUALINO
Via Salara, 56/58
0859506206

F.LLI RUGGIERI SNC
Strada San Pietro, 22
3386518071

MACELLERIA COSTANTINI OSVALDO
Strada Lungofino
0859614690

LA BOTTEGA DELLA CARNE DI VITTORIO LUIGI
Via L. Petruzzi, 52
3281258764


PANIFICI:

DI MICHELE ANTONELLA
Via Licinia, 3
085969171

PANIFICIO NERONE
C.so Vittorio Emanuele, 39
085960756


* Coloro che sceglieranno IPER Conad o Eurospin devono preventivamente passare all’ufficio informazioni per ritirare i buoni spettanti in base all’elenco fornito dall’Ente.

 

Scarica l’elenco in PDF NEGOZI ADERENTI A SOLIDARIETA ALIMENTARE

BUONI SPESA – SOLIDARIETÀ ALIMENTARE

PER I CITTADINI

Avviso pubblico per Solidarietà Alimentare

DPCM 28 marzo 2020 e Ordinanza n. 658 del 29 marzo 2020 del Capo Dipartimento della Protezione civile.

Si porta a conoscenza che l’Ordinanza n.658 del 29 marzo 2020 autorizza l’acquisto di buoni spesa di generi alimentari di prima necessità, in favore dei nuclei familiari più esposti all’emergenza o che si trovano in stato di bisogno, con priorità per quelli non assegnatari di sostegno pubblico.

Le famiglie interessate ad ottenere il beneficio sono invitate a contattare, negli orari d’ufficio (dalle 08:30 alla 12:30 e il martedì e giovedì pomeriggio anche dalle 15:30 alle 17:30) i seguenti numeri telefonici e indirizzi e-mail,

085.9696.233 e 085.9696.207
o ad inviare una e-mail con dichiarazione sostitutiva ad uno dei seguenti indirizzi
jessica.tinari@comune.cittasantangelo.pe.it
emanuela.savini@comune.cittasantangelo.pe.it

Sarà data priorità alle famiglie che non sono assegnatarie di sostegno pubblico.

Saranno richieste agli interessati le informazioni necessarie alla predisposizione di una scheda individuale o di famiglia per consentire l’erogazione del buono: dati anagrafici, recapito, motivazione del bisogno, esercizi commerciali presso i quali si intende spendere il buono (da individuare tra quelli che avranno dato la disponibilità ad aderire all’iniziativa).

Il valore del buono, a persona, viene fissato in € 50,00 e potrà essere speso per l’acquisto di derrate alimentari (con esclusione delle bevande di qualsiasi genere).

Le famiglie numerose, con tre figli minori a carico, riceveranno un buono aggiuntivo di € 50,00 e così per ogni ulteriore componente. Il buono aggiuntivo spetterà anche per la presenza nel nucleo familiare di soggetti diversamente abili.

I buoni potranno essere spesi al massimo in due esercizi commerciali e comunque in un’unica soluzione per ciascun esercizio commerciale.

Scarica l’autodichiarazione per la richiesta di contributo alimentare.
Disponibile nei seguenti formati:

PDF 👉 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA PER SOLIDARIETA’ ALIMENTARE

Word 👉 DICHIARAZIONE-SOSTITUTIVA-PER-SOLIDARIETA-ALIMENTARE

Formato solo testo 👉 DICHIARAZIONE-SOSTITUTIVA-PER-SOLIDARIETA-ALIMENTARE


🍎 Attività commerciali dove effettuare acquisti con il buono spesa SOLIDARIETÀ ALIMENTARE 👉 https://www.comune.cittasantangelo.pe.it/elenco-negozi-che-aderiscono-a-solidarieta-alimentare/



PER I COMMERCIANTI

Avviso agli esercenti del Comune di Città Sant’Angelo con attività di commercio al dettaglio a posto fisso di generi alimentari e macellerie.

L’ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento del Capo della Protezione Civile – n.658 del 29/03/2020 ha concesso al nostro Ente delle risorse da destinare a misure urgenti di solidarietà alimentare.

Ai sensi del comma 4 dell’articolo 2 della predetta Ordinanza il nostro Comune è autorizzato all’acquisizione di buoni spesa per l’acquisto dei generi alimentari presso gli esercizi commerciali e di tali esercizi va fornito elenco apposito sul sito istituzionale dell’Ente.

Gli esercizi di Città Sant’Angelo che svolgono le predette attività possono chiedere di essere incluse in detto elenco. 

Per poter essere ricompresi in questo elenco gli esercizi devono dare riscontro via mail o anche via telefono al Comune di Città Sant’Angelo, detto riscontro varrà come accettazione delle condizioni di fornitura del servizio come sotto specificate:

Condizioni di funzionamento del servizio:

  1. l’esercizio che aderisce riceverà quotidianamente dagli Uffici comunali un elenco dettagliato di coloro che hanno fatto richiesta del buono segnalando di volerlo spendere nel suo punto vendita, tale elenco conterrà le generalità della persona titolare del buono e l’importo erogato.
  2. Alla fine del mese l’esercente dovrà rimettere fattura elettronica all’Ente specificando nome e cognome di chi ha speso il buono e il totale del buono erogato per la persona. 
  3. Sarà cura inoltre dell’esercente emettere documento di consegna intestato al comune da far firmare al titolare del buono al momento della consegna della merce.

Valerio D’Anteo – 085.9696.262
valerio.danteo@comune.cittasantangelo.pe.it

 


Allegati:

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE – SOLIDARIETA’ ALIMENTARE

AVVISO PER CITTADINI PER SOLIDARIETA’ ALIMENTARE

AVVISO PER COMMERCIANTI SOLIDARIETA ALIMENTARE (2)

PROVVISTE SOLIDALI

📦 Provviste Solidali, la nuova iniziativa a sostegno dei più bisognosi di Città Sant’Angelo per far fronte all’emergenza coronavirus.

Per segnalare il proprio stato di indigenza e prenotare il pacco alimentare con i beni essenziali, chiamare esclusivamente il 366.2826.920, oppure gli assistenti sociali ai numeri 085.9696.233 o 085.9696.207.

Ritiro su prenotazione presso l’ex asilo a Madonna della Pace (di fronte la farmacia).

Servizio gestito da: Sevizi Sociali Comunali, Croce Angolana, Modavi, Alpini e volontari cittadini.

ALIMENTIAMO LA SOLIDARIETÀ
Chiama il numero 366.2826.920 per concordare la tua donazione.

Conto corrente del Comune per contribuire al fondo solidarietà:
IBAN: IT92 R084 7377 2500 0000 0141 527
Bonifico a favore del COMUNE DI CITTÀ SANT’ANGELO indicando nella causale “EMERGENZA COVID19 + CODICE FISCALE DELL’ORDINANTE”, aggiungere il C.F. per poter detrarre dalla dichiarazione dei redditi la somma donata.

 

COVID-19: raccomandazioni per le persone in isolamento domiciliare e per i familiari che li assistono

✅ 1. La persona con sospetta o accertata infezione COVID-19 deve stare lontana dagli altri familiari, se possibile, in una stanza singola ben ventilata e non deve ricevere visite.

✅ 2. Chi l’assiste deve essere in buona salute e non avere malattie che lo mettano a rischio se contagiato.

✅ 3. I membri della famiglia devono soggiornare in altre stanze o, se non è possibile, mantenere una distanza di almeno 1 metro dalla persona malata e dormire in un letto diverso.

✅ 4. Chi assiste il malato deve indossare una mascherina chirurgica accuratamente posizionata sul viso quando si trova nella stessa stanza. Se la maschera è bagnata o sporca per secrezioni è necessario sostituirla immediatamente e lavarsi le mani dopo averla rimossa.

✅ 5. Le mani vanno accuratamente lavate con acqua e sapone o con una soluzione idroalcolica dopo ogni contatto con il malato o con il suo ambiente circostante, prima e dopo aver preparato il cibo, prima di mangiare, dopo aver usato il bagno e ogni volta che le mani appaiono sporche.

✅ 6. Le mani vanno asciugate utilizzando asciugamani di carta usa e getta. Se ciò non è possibile, utilizzare asciugamani riservati e sostituirli quando sono bagnati.

✅ 7. Chi assiste il malato deve coprire la bocca e il naso quando tossisce o starnutisce utilizzando fazzoletti possibilmente monouso o il gomito piegato, quindi deve lavarsi le mani.

✅ 8. Se non si utilizzano fazzoletti monouso, lavare i fazzoletti in tessuto utilizzando sapone o normale detergente con acqua.

✅ 9. Evitare il contatto diretto con i fluidi corporei, in particolare le secrezioni orali o respiratorie, feci e urine utilizzando guanti monouso.

✅ 10. L’allattamento al seno è consentito, purché la madre indossi una mascherina e adotti tutte le norme di igiene delle mani già descritte

✅ 11. Utilizzare contenitori con apertura a pedale dotati di doppio sacchetto, posizionati all’interno della stanza del malato, per gettare guanti, fazzoletti, maschere e altri rifiuti.

✅ 12. Nel caso di isolamento domiciliare va sospesa la raccolta differenziata per evitare l’accumulo di materiali potenzialmente pericolosi che vanno invece eliminati nel bidone dell’indifferenziata.

✅ 13. Mettere la biancheria contaminata in un sacchetto dedicato alla biancheria sporca indossando i guanti. Non agitare la biancheria sporca ed evitare il contatto diretto con pelle e indumenti.

✅ 14. Evitare di condividere con il malato spazzolini da denti, sigarette, utensili da cucina, asciugamani, biancheria da letto, ecc.

✅ 15. Pulire e disinfettare quotidianamente le superfici come comodini, reti e altri mobili della camera da letto del malato, servizi igienici e superfici dei bagni con un normale disinfettante domestico, o con prodotti a base di cloro (candeggina) alla concentrazione di 0,5% di cloro attivo oppure con alcol 70%, indossando i guanti e indumenti protettivi (es. un grembiule di plastica).

✅ 16. Utilizzare la mascherina quando si cambiano le lenzuola del letto del malato.

✅ 17. Lavare vestiti, lenzuola, asciugamani, ecc. del malato in lavatrice a 60-90°C usando un normale detersivo oppure a mano con un normale detersivo e acqua, e asciugarli accuratamente.

✅ 18. Se un membro della famiglia mostra i primi sintomi di un’infezione respiratoria acuta (febbre, tosse, mal di gola e difficoltà respiratorie), contattare il medico curante, la guardia medica o i numeri regionali.

✅ 19. Evitare il trasporto pubblico per raggiungere la struttura sanitaria designata; chiamare un’ambulanza o trasportare il malato in un’auto privata e, se possibile, aprire i finestrini del veicolo.

✅ 20. La persona malata dovrebbe indossare una mascherina chirurgica per recarsi nella struttura sanitaria e mantenere la distanza di almeno 1 metro dalle altre persone.

✅ 21. Qualsiasi superficie contaminata da secrezioni respiratorie o fluidi corporei durante il trasporto deve essere pulita e disinfettata usando un normale disinfettante domestico con prodotti a base di cloro (candeggina) alla concentrazione di 0,5% di cloro attivo oppure con alcol 70%.

Fonte OMS e ISS