CORSO PER ASSAGGIATORI DI OLIO DI OLIVA

L’Amministrazione Comunale indice e organizza un Corso per Assaggiatori di olio di oliva, i cui partecipanti potranno conseguire l’idoneità fisiologica per l’eventuale iscrizione nell’Elenco Nazionale degli Assaggiatori di olio di oliva.

Il Corso, autorizzato dalla Regione Abruzzo, si articola in 35 ore (5 ore al giorno per sette giorni); le lezioni saranno tenute da autorevoli docenti esperti del settore.

La quota di iscrizione al Corso è di € 200,00, con la precisazione che lo stesso sarà attivato solo con il raggiungimento del numero minimo di 25 partecipanti.

La preiscrizione dovrà essere effettuata – mediante compilazione dell’apposito modello – presso la Biblioteca Comunale – Sezione Adulti di Città Sant’Angelo, tutti i giorni feriali (sabato escluso) dalle ore 8,30 alle ore 13,30 e dalle ore 14.30 alle ore 18.30, oppure a mezzo fax 085.9696201 o tramite la seguente e.mail:
promozione.culturale@comune.cittasantangelo.pe.it

INFO: 0859696252/225

CORSO PER ASSAGGIATORI DI OLIO DI OLIVA

modello di iscrizione

Progetto Alternanza Scuola Lavoro “INFO POINT per Turisti”

Il giorno 8 giugno ha preso inizio il Progetto Alternanza Scuola Lavoro “INFO POINT per Turisti”, voluto fortemente dall’Amministrazione Comunale di Città Sant’Angelo in collaborazione con l’Istituto Omnicomprensivo Bertrando Spaventa ed in particolare con la classe 3^ A del Liceo Linguistico. Un progetto finalizzato all’incremento dell’accoglienza che da sempre Città Sant’Angelo offre ai visitatori del nostro splendido borgo e al coinvolgendo dei ragazzi, una delle risorse più preziose che ci sono e che permettono di guardare al futuro. Un grande ringraziamento al Dirigente Scolastico che ha sposato fin da subito quest’iniziativa, alle Professoresse e Professori che si sono prodigati affinché il progetto si realizzasse e alle ragazze, le vere protagoniste, per l’interesse dimostrato. Grazie anche all’Associazione che da anni gestisce il servizio di guide turistiche nel centro storico angolano per la disponibilità dimostrata.
Sono certa che saremo un’ottima squadra! Buon lavoro…Ad maiora!

20160608_095411

20160608_095637

Oggi inaugurazione mostra di Marco Brandizzi

wbresize

E’ in programma per questa sera, dalle 19,30, nel Museolaboratorio di Città Sant’Angelo l’inaugurazione della mostra “Tavolo perimetro” di Marco Brandizzi, a cura di Enzo De Leonibus. Per l’artista romano è occasione di presentare insieme lavori recenti e meno. La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 19 alle 23, tranne il lunedì e il martedì, fino al 15 settembre.

Brandizzi prima di tutto guarda al linguaggio: quel processo elementare di mediazione umana a cui l’artista rivolge “meccanica” attenzione alla ricerca dei primi segni significanti a cui è stata affidata la possibilità di configurazione teoretica. Poi, all’idea, ovvero quella forma suprema con cui, secondo itinerari analogici, è possibile per noi considerare in sintesi l’esserci in atto e in potenza (col permesso di Aristotele), in pensiero e in azione. E così, seguendo Brandizzi e i suoi lavori, torniamo a vedere, a toccare attraverso figure il nostro rapporto con il mondo esterno che, in quanto esso esiste per l’occhio, si fonda in primo luogo sulla conoscenza e sulla rappresentazione di spazio e forma che rendono abitabile il mondo come sistema di eventi. Infatti, spazio e forma sono risultati dall’elaborazione concettuale umana e Brandizzi non a caso gioca con l’apparente non presenza di quest’ultima per rafforzare, ancora una volta, che abbiamo sempre a che fare con relazioni, con funzioni, con condizioni e che le “cose sostanziali” non sono più prioritarie, applicabili come un tempo. E proprio a proposito del tempo, Agostino ha affermato che in fondo non esistono tre tempi diversi, ossia il passato, il presente e il futuro. Siamo invece capaci di pensare tre diversi aspetti del tempo, tutti riguardanti il tempo presente appunto. C’è il presente di ciò che è passato, il presente di ciò che è presente, e il presente di ciò che è futuro: il primo lo chiamiamo memoria, il secondo concezione, il terzo aspettazione. È sempre su molteplici orientamenti possibili che la soggettività basa i suoi diversi tipi di oggettività: ciò non si pensa, ma lietamente si sente, si avverte nel mentre queste opere di Brandizzi ci vengono incontro, offrendoci il dono di rivisitarci.

 

Data Inserimento: 11/07/2015
Data Ultima Modifica: 11/07/2015