AVVISO PUBBLICO D.L. n.73/2021, che, all’art. 53 (Misure urgenti di solidarietà alimentare e di sostegno alle famiglie per il pagamento dei canoni di locazione e delle utenze domestiche)

Si porta a conoscenza che il Decreto-legge n.73/2021 autorizza il Comune di Città Sant’Angelo all’acquisto di buoni spesa di generi alimentari e prodotti di prima necessità, in favore dei nuclei familiari più esposti all’emergenza o che si trovano in stato di bisogno, con priorità per quelli non assegnatari di sostegno pubblico.

Le famiglie ed i cittadini interessati ad ottenere il beneficio

  • possono fare richiesta attraverso l’apposito modulo disponibile sul sito istituzionale dell’Ente e presso la sede comunale;
  • per informazioni sono invitate a contattare il seguente numero telefonico 085 9696282 (lunedì e venerdì 8.30/11.30, martedì 15.30/17.30).

La richiesta dovrà pervenire a mano presso l’Ufficio Protocollo dell’Ente o via PEC all’indirizzo comune.cittasantangelo@pec.it .

 

Si farà riferimento soltanto alla composizione anagrafica delle famiglie.

Si darà priorità ai cittadini

– che non sono assegnatarie di sostegno pubblico;

– che hanno perso il lavoro;

– che hanno subito la sospensione per più mesi o chiusura dell’attività;

– che hanno lavori intermittenti resi critici dalle attuali oscillazioni del mercato;

– che hanno subito sostanziali riduzioni del reddito per forzata riduzione dell’orario di lavoro e/o del fatturato per cause indipendenti dalla propria volontà.

 

Tali misure urgenti di solidarietà alimentare, nonché di sostegno alle famiglie che versano in stato di bisogno per il pagamento dei canoni di locazione e delle utenze domestiche non sono erogabili, se non per differenza, a chi già percepisce NASpI, reddito di cittadinanza, reddito di emergenza, interventi erogati tramite Fondi PON, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, contributo regionale affitti, altre forme di sostegno previste a livello comunale o regionale.

Tra i beneficiari possono annoverarsi anche coloro che, pur percependo già altri aiuti, a causa della situazione di emergenza sanitaria, ne abbiano subito l’interruzione.

Tra i beneficiari possono annoverarsi, infine, anche altri soggetti, segnalati dai servizi sociali e non rientranti nelle categorie precedenti.

Se il richiedente è già beneficiario di sostegni pubblici o ha già beneficiato di altri aiuti erogati dall’Ente di importo inferiore ad € 1.200,00, si potranno ottenere buoni spesa e/o per il pagamento dei canoni di locazione e/o delle utenze domestiche per un valore massimo pari alla differenza tra € 1.200,00 ed il/i contributo/i già percepito/i, ma il contributo erogabile non dovrà essere di importo superiore alla spesa da sostenere per l’affitto o per le utenze domestiche documentate;

 

I requisiti specifici sono i seguenti:

  • solidarietà alimentare e beni di prima necessità:
  • il valore del buono attribuito al nucleo familiare viene fissato in € 100,00 a persona e potrà essere speso per l’acquisto di derrate alimentari e prodotti di prima necessità (con esclusione delle bevande di qualsiasi genere);
  • un buono spesa aggiuntivo di € 100,00 sarà attribuito al nucleo familiare per ciascun diversamente abile o invalido presente;
  • per ciascun nucleo familiare sarà erogato un contributo massimo di € 1.200,00, non ripetibile; tale importo è comprensivo anche di precedenti erogazioni di aiuti economici e buoni spesa effettuate dall’Ente nell’anno in corso;
  • ISEE ordinario o corrente non superiore ad € 12.000,00;
    • pagamento dell’affitto:
  • possedere un regolare contratto di locazione ad uso abitativo, da allegare alla domanda, con esclusione dal contributo degli immobili di lusso [sono escluse le categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (ville) e A/9 (palazzi di eminenti pregi artistici e signorili), come indicato dall’art. 1, comma 2, L. 431/98];
  • non risultare assegnatari di immobili in regime di edilizia agevolata convenzionata;
  • è consentito accedere al presente contributo, anche in caso di fruizione di altri aiuti ricevuti per la locazione da pagare nell’anno in corso, soltanto nel caso in cui gli aiuti ricevuti non coprano il totale delle spese sostenute;
  • ISEE ordinario o corrente non superiore ad € 12.000,00;
  • per ciascun nucleo familiare sarà erogato un contributo massimo di € 1.200,00; tale importo è comprensivo anche di precedenti erogazioni di aiuti economici e buoni spesa erogati dall’Ente;
  • l’importo massimo erogato non dovrà comunque superare la spesa sostenuta e documentata dal nucleo familiare;
    • pagamento delle utenze domestiche:
  • per ciascun nucleo familiare sarà erogato un contributo massimo di € 1.200,00; tale importo è comprensivo anche di precedenti erogazioni di aiuti economici e buoni spesa erogati dall’Ente;
  • ISEE ordinario o corrente non superiore ad € 12.000,00;
  • l’importo massimo erogato non dovrà comunque superare la spesa che il nucleo familiare deve sostenere per il pagamento delle utenze domestiche, i cui giustificativi devono essere allegati alla richiesta;
  • in caso di richiesta di contributo per il pagamento delle utenze, il richiedente si impegna alla riconsegna agli uffici delle ricevute di pagamento e, per il solo caso del pagamento della TARI, autorizza gli Uffici comunali a riversare direttamente il contributo spettante al Settore Tributi dell’Ente a saldo o pro-quota della TARI dovuta (TARI corrente 2021), qualora l’importo dovuto sia già stato parzialmente o interamente pagato, la tassa versata sarà considerata quale acconto sull’importo dovuto per l’anno 2022;

 

Si ritiene utile fissare una prima scadenza per la presentazione delle domande al 30.09.2021.

 

 

L’Amministrazione Comunale

 

AVVISO buoni spesa per cittadini 2021

AVVISO PER COMMERCIANTI SOLIDARIETA’ ALIMENTARE

Modulo richiesta buoni spesa_utenze_affitto 2021 compilabile

Modulo richiesta buoni spesa_utenze_affitto 2021

 

 

 

 

 

Piano degli interventi in favore della Famiglia – anno 2020 – Avviso per l’erogazione di buoni servizio e buoni fornitura

E’ possibile presentare le richieste di accesso a buoni servizio e buoni fornitura per le donne con ISEE ordinario non superiore ad € 8.000,00 con minori di età compresa tra 0 e 36 mesi o gestanti, ai sensi del Piano degli interventi in favore della Famiglia – annualità 2020.

Le domande vanno presentate al Comune di Spoltore entro il 10 agosto 2021

Avviso  |  Domanda

avviso per gli assegni di maternità e nucleo familiare (tre figli minori) per l’annualità 2020

E’ stato pubblicato il nuovo avviso per gli assegni di maternità e nucleo familiare (tre figli minori) per l’annualità 2020

La variazione nella media 2019 dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, calcolato con le esclusioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 81, da applicarsi per l’anno 2020 ai sensi dell’art. 13, comma 4, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159 (assegno al nucleo familiare numeroso e assegno di maternità) è pari allo 0,5 per cento (comunicato ufficiale dell’ISTAT del 17 gennaio 2020).

Pertanto:

  • a) l’assegno mensile per il nucleo familiare ai sensi dell’art. 65 della legge 23 dicembre 1998, n. 448 e successive modifiche e integrazioni, da corrispondere agli aventi diritto per l’anno 2020, se spettante nella misura intera, è pari a euro 145,14; per le domande relative al medesimo anno, il valore dell’indicatore della situazione economica equivalente è pari a euro 8.788,99;
  • b) l’assegno mensile di maternità ai sensi dell’art. 74 della legge 26 marzo 2001, n. 151, da corrispondere agli aventi diritto per l’anno 2020, per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento, se spettante nella misura intera, e’ pari a euro 348,12; per le domande relative al medesimo anno, il valore dell’indicatore della situazione economica equivalente è pari a euro 17.416,66.

 

Avviso anno 2020 Assegni Nucleo Familiare e Maternità

Modulo Assegno al Nucleo Familiare anno 2020

Modulo Assegno di Maternità nati 2020

 

 

 

“Sport di tutti – edizione young”, destinata a bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni. Scadenza prorogata al 31 gennaio 2020

“Sport di tutti – edizione young”, destinata a bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni. Scadenza prorogata al 31 gennaio 2020

Si rende noto che è stato pubblicato l’avviso pubblico per il progetto Sport di tutti-edizione young rivolto a bambini/e e ragazzi/e dai 5 ai 18 anni e contenente tutti i dettagli e i relativi requisiti per poter partecipare, con allegata la lista delle ASD/SSD aderenti e le relative discipline sportive. Per iscrivere i ragazzi, le famiglie interessate possono presentare la domanda di partecipazione entro e non oltre le ore 16.00 di venerdì 31 gennaio 2020, accedendo al sito http://sportditutti.it/o direttamente attraverso il seguente link http://area.sportditutti.it. Per favorire la più ampia partecipazione e facilitare le famiglie nell’iscrizione al progetto, sono state previste due modalità di presentazione del modulo di adesione: 1. modalità online, sul sito www.sportditutti.it, o direttamente accedendo al portale area.sportditutti.it; 2. modalità cartacea, consegnando il modulo presso le società sportive prescelte, consultando l’elenco delle ASD/SSD aderenti. “Sport di tutti“ è un modello d’intervento sportivo e sociale che mira ad abbattere le barriere economiche di accesso allo sport e declina concretamente il principio del diritto allo sport per tutti, fornendo un servizio alla comunità. L’obiettivo è di promuovere, attraverso la pratica sportiva, stili di vita sani tra tutte le fasce della popolazione, al fine di migliorare le condizioni di salute e benessere degli individui e di garantire il diritto allo sport per ragazzi e famiglie in condizioni di svantaggio economico. Come già indicato, l’intervento si rivolge alla fascia di età dai 5 ai 18 anni, con l’avvio dell’edizione dedicata ai giovani che, grazie alla rete capillare di associazioni e società sportive dilettantistiche che operano sul territorio, avranno la possibilità unica di praticare gratuitamente attività sportiva pomeridiana, per 2 ore alla settimana, scegliendo tra molteplici discipline sportive. Tutte le informazioni sono disponibili anche consultando il sito www.sportidutti.it, nel precedente articolo di ANCI Abruzzo e inoltre è possibile rivolgersi ai riferimenti delle Strutture territoriali di Sport e salute (elenco allegato all’Avviso Pubblico).

http://www.anciabruzzo.it/sport-tutti-edizione-young-destinata-bambini-ragazzi-dai-5-ai-18-anni-scadenza-prorogata-al-31-gennaio-2020/#more

 

Avviso-pubblico-Ragazzi-Beneficiari-completo

 

ART.11 DELLA LEGGE 09.12.1998, N.431 FONDO NAZIONALE PER IL SOSTEGNO AL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE A FAVORE DEI CONDUTTORI DI IMMOBILI AD USO ABITATIVO, IN POSSESSO DEI REQUISITI FISSATI CON DECRETO DEL MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI DEL 07.06.1999 Anno 2019 (locazioni anno 2018)

AVVISO PUBBLICO

 

IL RESPONSABILE DEI SERVIZI SOCIALI

 

VISTO l’art. 11 della Legge 09.12.1998, n. 431 che:

1) istituisce, presso il Ministero dei Lavori Pubblici, un fondo nazionale per il sostegno al   pagamento dei canoni di locazione a favore dei conduttori di immobili ad uso abitativo in possesso dei requisiti fissati con decreto del Ministero dei Lavori Pubblici del 07.06.1999;

2) disciplina la concessione dei contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione, da effettuarsi sulla base di apposita graduatoria comunale ed in relazione alla sussistenza dei seguenti requisiti riferiti al nucleo familiare del richiedente:

  • residenza nel Comune;
  • reddito annuo imponibile complessivo:
    • non superiore a due pensioni minime   INPS anno 2018 (pari ad € 13.192,92), rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 14%;
    • non superiore ad € 15.853,63, rispetto al quale   l’incidenza del    canone   di   locazione risulti non inferiore al 24%;

 

PREMESSO che ai fini di stabilire il requisito per accedere ai contributi è utilizzato il reddito convenzionale (pari ad € 15.853,63), mentre ai fini dell’incidenza canone/reddito deve farsi riferimento al reddito imponibile.

 RENDE NOTO CHE

 

Tutti gli interessati, residenti nel Comune di Città Sant’Angelo ed in possesso dei requisiti minimi sopra indicati, possono avanzare idonea richiesta al fine di beneficiare dei contributi integrativi previsti per il pagamento dei canoni di locazione, per il tramite delle risorse assegnate alla Regione Abruzzo dal fondo nazionale.

Le domande, da compilarsi su apposito modello disponibile presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune, dovranno pervenire entro il 31 gennaio 2020, dovendo gli   uffici    competenti predisporre i necessari adempimenti istruttori per la trasmissione dei dati alla Regione Abruzzo.

Alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione:

  • attestazione ISEE riferita ai redditi conseguiti nell’anno 2017;
  • certificazione comprovante la situazione di handicap ai sensi della Legge 104/92 (o invalidità superiore al 66%) di componente del nucleo familiare del richiedente rilasciata dall’Azienda U.S.L.;
  • copia del contratto di locazione regolarmente registrato, con i dati riferiti alla registrazione ed al canone corrisposto al/i locatore/i nell’anno 2018;
  • documentazione attestante lo sfratto esecutivo;
  • copia di documento di riconoscimento;
  • autocertificazione attestante la residenza da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero cinque nella medesima Regione (per gli immigrati), come previsto dall’art.11, co.13, L. 06.08.2008, n.133.

Città Sant’Angelo, lì 12.12.2019

Il Responsabile dei Servizi Sociali

(Dott. Antonino D’Arcangelo)

Modulo e avviso rimborso affitti pagati nel 2018