Bando pubblico per l’assistenza domestica “Home Care Premium” dell’Inps

In data 28.02.2017 è stato pubblicato il Bando Pubblico Progetto Home Care Premium 2017 Assistenza Domiciliare per i dipendenti e pensionati pubblici, per i loro coniugi, per parenti e affini di primo grado non autosufficienti. 

Il programma si concretizza nell’erogazione da parte dell’INPS di contributi economici mensili, così dette prestazioni prevalenti, in favore di soggetti non autosufficienti, maggiori d’età o minori, che siano disabili e che si trovino in condizione di non autosufficienza per il rimborso di spese sostenute per l’assunzione di un assistente familiare.

L’Istituto vuole assicurare altresì dei servizi di assistenza alla persona, c.d. prestazioni integrative, come servizi professionali domiciliari (resi da operatori socio sanitari, educatori domiciliari, psicologi, ecc.) servizi di fornitura supporti (ausili e strumentazioni che agevolino e che siano di supporto per lo svolgimento delle attività quotidiane), percorsi di integrazione scolastica e molto altro.

Requisiti per l’ammissione e modalità operative per la domanda di partecipazione al concorso possono essere consultati nel sito dell’INPS.

La procedura per l’acquisizione della domanda sarà attiva a decorrere dalle ore 12,00 del giorno 1 marzo 2017 e non oltre le ore 12,00 del giorno 30 marzo 2017 sul sito web dell’INPS: servizi on line -servizi per il cittadino.

ATTENZIONE! Si ricorda che all’atto della presentazione della domanda, deve essere stata presentata la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE sociosanitario riferita al nucleo familiare di appartenenza del beneficiario ovvero al nucleo familiare di appartenenza dell’ISEE per minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi, qualora ne ricorrano le condizioni ai sensi delle vigenti disposizioni.

Lo Sportello Sociale Home Care Premium sarà aperto al pubblico nel Comune di Città Sant’Angelo per fornire eventuali informazioni agli interessati (Titolari del diritto/beneficiari/familiari) residenti nei Comuni dell’Ambito Metropolitano (Brittoli, Cappelle, Catignano, Cepagatti, Città Sant’Angelo, Civitaquana, Elice, Moscufo, Nocciano, Pianella, Rosciano, Spoltore) nonché per procedere con l’inserimento delle domande: 

Sportello Sociale HCP c/o Comune di Spoltore, via Giuseppe Di Marzio, 66

Gli orari di sportello sono:

Lun 9.00 -14.00
Mar 8.00 -14.00 / 15.00 -18.00
Mer 8.00 -14.00
Gio 8.00 -14.00
Ven 8.00 -13.00

Tel.: 085/4964303
392.9884959 Dott.ssa Valentina Musa
392.9920494 Dott.ssa Sara Lalli

Email: socialehcp@comune.spoltore.pe.it
Allegati:
Avviso Bando HCP 2017
Bando_Pubblico_HCP_2017

ABRUZZO OPEN DAY SUMMER 2017

La DMC Terre del Piacere ha pubblicato l’avviso per la selezione di idee progettuali nell’ambito di “Abruzzo Open Day Summer” da realizzare sul territorio di competenza.

Dopo “Abruzzo Open Day Winter” svoltosi dal 26 ottobre al 1 novembre 2016 si riaccende la macchina organizzativa per l’edizione Summer 2017.

“Abruzzo Open Day” costituisce un momento di accoglienza per i turisti, italiani e stranieri, offrendo loro la possibilità di vivere percorsi esperienziali di grande appeal, che spaziano dall’enogastronomia, agli eventi culturali e di arte, alla vacanza attiva, al divertimento. Un’occasione importante per valorizzare la Regione Abruzzo mettendone in risalto la capacità di fare sistema. L’edizione Winter ha registrato più di 200 eventi sul territorio regionale. Sul sito www.opendayabruzzo.it è possibile consultare tutti gli eventi programmati sui vari territori della Regione Abruzzo, promossi da Associazioni culturali ed Enti pubblici, oltre alle attività esperienziali promosse dalle DMC (Destination Management Company).

In vista della prossima edizione di ABRUZZO OPEN DAY SUMMER 2017, che si svolgerà dal 27 Maggio al 4 Giugno 2017, le DMC in attuazione delle funzioni conferite dalla normativa regionale (L.R. n. 15/2015) svolgeranno attività di “sportello unico” per conto della Regione Abruzzo. Le DMC avranno un ruolo fondamentale, quali soggetti attuatori ed aggregatori territoriali tra il settore pubblico e gli operatori privati.

La Regione Abruzzo ha infatti delegato tramite avviso pubblico ciascuna DMC (Destination Management Company) a stipulare un progetto di destinazione turistica contenente proposte di grandi eventi, manifestazioni ed iniziative di promozione territoriale che andranno ad implementare il palinsesto degli eventi dell’edizione Summer.

Pertanto la DMC Terre del Piacere ha pubblicato sul proprio sito, un avviso per raccogliere e selezionare idee progettuali da parte di soggetti terzi, operanti nell’area territoriale di competenza, al fine di attuare il progetto di promozione turistica regionale Abruzzo Open Day. I progetti dovranno riguardare eventi, manifestazioni ed iniziative di grande attrattività, rivolte a target mirati che generino pernottamenti e presenze turistiche sul territorio regionale.

Una volta valutati i progetti pervenuti entro i termini, si selezioneranno le idee più attrattive e, insieme ai soggetti proponenti considerati idonei e utilizzando gli strumenti economici previsti dall’avviso, verrà pianificato il progetto definitivo Abruzzo Open Day Summer 2017.

I Comuni dell’area territoriale della DMC Terre del Piacere sono: Elice (PE), Silvi (TE, Città Sant’Angelo (PE), Montesilvano (PE), Catignano (PE), Spoltore (PE), Pescara, S. Giovanni Teatino (CH), Chieti (CH), Torrevecchia Teatina (CH), Francavilla (CH), Giuliano Teatino (CH), Ripa Teatina (CH), Miglianico (CH), Casalincontrada (CH), Guardiagrele (CH), Alanno (PE), Cappelle (PE), Cepagatti (PE), Collecorvino (PE), Cugnoli (PE), Moscufo (PE), Nocciano (PE), Pianella (PE), Picciano (PE), Rosciano (PE), Torre Dei Passeri (PE), Ari (CH), Arielli (CH), Bucchianico (CH), Canosa Sannita (CH), Casacanditella (CH), Crecchio (CH), Poggiofiorito (CH), Pretoro (CH) (Passolanciano), Rapino (CH), Roccamontepiano (CH), Fara Filiorum Petri (CH), Filetto (CH), Orsogna (CH), Pennapiedimonte (CH), San Martino Sulla Marrucina (CH), Tollo (CH), Vacri (CH).

L’avviso in questione è pubblicato, oltre che sul sito www.dmcterredelpiacere.it, sui portali dei Comuni e sulle maggiori testate regionali.

Tutti i soggetti interessati dell’area territoriale di competenza della DMC Terre del Piacere potranno far pervenire i propri progetti entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 08.03.2017 nei termini indicati sull’avviso, che è possibile scaricare direttamente dalla sezione “Bandi e gare” del sito www.dmcterredelpiacere.it

Per qualsiasi ulteriore informazione o richiesta di chiarimenti al riguardo è possibile scrivere all’indirizzo mail: info@dmcterredelpiacere.it oppure contattare i seguenti recapiti telefonici: +39 085 2121911 – Mobile: +39 334 3722066.

Pescara, 01/03/2017                           DMC TERRE DEL PIACERE

 

Allegati:

Avviso AOD Summer 2017_DMC Terre del Piacere

Scheda allegato Avviso AOD Summer 2017

 

Concessione di contributi economici ai soggetti privati per i danni occorsi al patrimonio edilizio abitativo ed ai beni mobili ivi ubicati in conseguenza degli eventi calamitosi che hanno colpito il territorio della Regione Abruzzo nei giorni 11-13 nov. e 1-2 dic. 2013 (OCDPC 150/2014) e nei mesi di febbraio e marzo 2015 (OCDPC 256/2015), per cui si è completata la ricognizione dei fabbisogni (SCHEDA B)

Con Delibera del Consiglio dei Ministri del 28 luglio 2016, pubblicata in G.U. il 6 agosto 2016, sono state definite le procedure per far fronte ai danni occorsi al patrimonio privato a seguito delle calamità naturali che si sono verificate tra il 2013 e il 2015 sul territorio della Regione Abruzzo, per le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza e completata la ricognizione dei fabbisogni.

Possono presentare domanda per la concessione dei contributi i soggetti privati che hanno subito danni, già segnalati con le schede B “Ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio edilizio privato”.

Di seguito il numero delle schede B presentate al Comune per i diversi eventi:

  • 10 schede B per gli eventi del 11-13 nov. e 1-2- dic. 2013 (ai sensi OCDPC n. 150/2014);
  • 7 schede B per gli eventi dei mesi di febbraio e marzo 2015 (ai sensi OCDPC n. 256/2015).

Nell’Ordinanza n. 372 del 16/08/2016 (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.194 del 20-08-2016 Suppl. Ordinario n. 34) sono definiti i criteri per la determinazione e la concessione dei contributi ed è allegata la documentazione necessaria per presentare domanda. Tale documentazione è scaricabile dalla presente pagina web ed è disponibile presso l’Ufficio Patrimonio del Comune, in Via Diaz n.1.

Le domande dovranno essere presentate presso il Comune entro il 29/09/2016.

OCDPC_372_del_16_agosto_2016

ALLEGATO_1

All._A__domanda_contributo

All.A_1_dichiarazione_sostitutiva

All_A._2_perizia_asseverata

All._A3_Delega_dei_comprioprietari

All._A4_Delega_dei_condomini

All._A5__Rendicont._spese_sost.__beni_immob

delibera-gc-139_del_26-08-2016

Esito dell’istruttoria

Di seguito il testo della delibera di approvazione dell’esito attività istruttoria e tabelle riepilogative dei contributi ammessi.

atto_nro_175_del_28-10-2016

elenco-riepilogativo-istruttoria-domande-di-contributo-presentate

AVVISO PUBBLICO FINALIZZATO AD INCENTIVARE L’INGRESSO DEI GIOVANI NEL MERCATO DEL LAVORO

Con l’iniziativa “30+”, la Regione Abruzzo intende agevolare l’ingresso nel mercato del lavoro dei giovani che vivono nel proprio territorio, con priorità per i Comuni ricadenti nelle così dette aree di crisi o nelle aree interne o nelle aree territoriali interessate dagli Aiuti a finalità regionale.

I destinatari dell’intervento sono giovani under 35 anni, non iscritti al Programma Garanzia Giovani.

Devono possedere le seguenti caratteristiche:

– età compresa tra i 18 ed i 35 anni non compiuti (34 anni e 364 giorni);

– essere residenti e domiciliati in uno dei Comuni abruzzesi, con priorità per i Comuni ricadenti nelle così dette aree di crisi o nelle aree interne o nelle aree territoriali interessate dagli Aiuti a finalità regionale;

– essere diplomati o laureati;

– essere disoccupati da almeno sei mesi.

All’interno del target di destinatari sopra individuato, sarà riservata una priorità per i giovani 30- 34enni (35 anni non compiuti) nonché una premialità per le donne concretizzata in un incentivo all’assunzione più marcato, in quanto gravate da un significativo differenziale di genere in Abruzzo rispetto alle possibilità di trovare un’occupazione.

Due le linee di intervento:

Linea A): realizzazione di esperienze di tirocinio formativo extracurriculare di 6 mesi, durata che negli anni ha dimostrato più alto impatto occupazionale;

Linea B): incentivazioni all’assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato, cumulabili con analoghe iniziative nazionali.

L’intervento è stato approvato con determinazione n. 75/DPG007 del 15/3/16.

Avviso30-

All_B.-istanza

All-C-Autodichirazione

All.-D1-atto-di-impegno-tirocinio

All.-D2-atto-di-impegno-incentivo

All_E_DeMinimis

All-E1_DeMinimisCollegate

All-E2-istruzioni

All_F-impegno-Deggendorf

VOUCHER REGIONALI PER L’ALTA FORMAZIONE 2015, la seconda tranche scade a maggio

C’è tempo fino al 31 maggio 2016 per richiedere i voucher che la Regione Abruzzo ha messo a disposizione dei giovani studenti abruzzesi per favorire e sostenere il loro diritto all’Alta Formazione.

L’Avviso, è stato lanciato nel mese di ottobre 2015 ed è indirizzato a giovani abruzzesi under 35 capaci e meritevoli, appartenenti a nuclei familiari con reddito ISEE inferiore a 25mila euro, che potranno ottenere il rimborso delle spese di iscrizione e frequenza sostenute o da sostenere.

Due sono le tipologie di Voucher messe a punto dalla Regione:

1) quelli per sostenere l’iscrizione – frequenza a corsi di laurea specialistica o triennale, relativi alle annualità accademiche 2014/2015 e 2015/2016 (ma per questa tipologia le domande scadevano a dicembre 2015)

2) quelli per sostenere l’iscrizione – frequenza a corsi di laurea specialistica o triennale svolti in Italia o percorsi formativi post laurea (corsi di specializzazione, master, dottorati di ricerca) svolti in Italia o all’Estero, e relativi alle annualità accademiche 2016/2017. In questo caso, naturalmente, la Regione copre spese future, ancora da sostenere, con finalità di stimolo verso l’Alta Formazione di quanti sono residenti in Abruzzo.

Le domande, in questo caso, possono essere presentate entro il 31 maggio 2016.

Il voucher ha un’entità massima variabile da 3 mila a 8 mila euro.

Nella valutazione:

– si valorizza il merito: più punti a chi ha voti migliori;

– si valorizza chi si è iscritto a percorsi formativi dal contenuto scientifico e tecnologico, in linea con le indicazioni europee;

– si danno 10 punti in più ai giovani con invalidità pari o superiore al 66%.

https://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/49IDottobre2015

MICROCREDITO, Riapertura termini del III Avviso Pubblico. Dal 9 marzo al via le domande

Dal 9 marzo 2016 sarà possibile presentare le domande di partecipazione alla RIAPERTURA TERMINI del III AVVISO PUBBLICO PER L’EROGAZIONE DI MICROCREDITO.

Grazie alla nuova dotazione messa a disposizione dalla Regione Abruzzo e dai rientri derivanti dai precedenti Avvisi, si è deciso di riaprire i termini del III Avviso, pubblicato in data 27 marzo 2015.

Pertanto, le indicazioni di massima (beneficiari, spese ammissibili, entità del finanziamento, ecc.) restano invariate rispetto al III Avviso, mentre ovviamente cambia la tempistica per l’inoltro delle istanze.

Lo sportello per la presentazione delle domande sarà aperto dal 9 marzo 2016 e fino al 17 marzo 2016. Saranno ritenute ammissibili solo le istanze pervenute ad Abruzzo Sviluppo entro e non oltre il 30 marzo 2016.

Come di consueto i finanziamenti saranno concessi a favore di iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo, costituende (Tipologia A) o costituite (Tipologia B), nella fattispecie Microimprese (che assumono la forma giuridica di ditta individuale, di società di persone, società cooperative) e lavoratori autonomi o liberi professionisti.
Le entità del prestito vanno da un minimo di 5mila ad un massimo di 10mila euro per le persone fisiche e da 10mila a 25mila euro per le società.

Saranno considerate ammissibili al finanziamento:

le spese di funzionamento e di gestione (a titolo indicativo ma non esaustivo si riportano le seguenti voci: utenze, affitti,..), le spese per consulenze specialistiche inerenti il programma proposto;
le spese per investimenti fissi, limitatamente a macchinari, impianti, software, attrezzature generiche, scorte di magazzino, mezzi mobili, opere murarie per adeguamento e messa a norma dei locali, direttamente connessi all’attività.
Tutte le spese dovranno essere sostenute successivamente alla presentazione della domanda.

Per la richiesta di chiarimenti è possibile scrivere a fsemicrocredito@abruzzosviluppo.it indicando nell’oggetto: “RIAPERTURA TERMINI III Avviso per l’erogazione di microcredito” oppure chiamare il Numero Verde 800 193 703 nei seguenti giorni e secondo il seguente orario: Lunedì, Mercoledì e Venerdì 10.00 – 12.00 / Giovedì 15.00 – 17.00.

Per la richiesta di informazioni, nonché per il supporto nella predisposizione della domanda di finanziamento, si potrà altresì contattare, gratuitamente, la rete degli Operatori Territoriali i cui riferimenti sono disponibili al seguente link:
http://www.abruzzosviluppo.it/new/microcredito-gli-operatori-territoriali/

Per la richiesta di informazioni saranno, altresì, disponibili sportelli dedicati presso i Centri per l’Impiego delle quattro province abruzzesi.

Microcredito_III-Avviso-pubblico_Bando

Domanda-Microimpresa-costituenda-Mod.1

Domanda-Microimpresa-costituita-Mod.2

Domanda-Lavoratore-autonomo-libero professionista-Mod.3

Domanda-Lavoratore-autonomo-libero professionista costituendo-Mod.4

Autodichiarazione-non-bancabilità -Mod.5

Autodichiarazione-de-minimis-Mod.6

Autocertificazione-regolarità-contributiva-Mod.7

Dichiarazione disponibilità immobile-Mod 8

Garanzia Giovani, al via nella Marsica i corsi gratuiti per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro

Garanzia Giovani, al via nella Marsica i corsi gratuiti per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro

Lo scorso 31 dicembre è formalmente terminata la prima sperimentazione italiana delprogramma Garanzia Giovani. Si sono iscritti e registrati più di novecentomila giovani neet, ragazzi che non lavorano, non studiano, non si formano. Di questi circa seicentomilasono già stati presi in carico per interventi di formazione e lavoro.

La nuova fase di Garanzia giovani, fortemente voluta dal Ministro del lavoro Giuliano Poletti, mira a dare risposte ai circa 400mila giovani che non sono stati ancora presi in carico ma si sono registrati, nella seconda fase: si apre quindi alle necessità di formazione e di lavoro dei tanti giovani neet non ancora coinvolti nel Programma Garanzia giovani.

Nella Marsica sono in partenza, per questa seconda fase, corsi di formazione per l’inserimento al lavoro misura 2A, per molte figure professionali richieste dalle aziende.

I Corsi, completamente gratuiti, si svolgeranno presso la sede della SGI (Organismo di formazione della Regione Abruzzo) in via F. Crispi, 17 ad Avezzano e prevedono 100 ore di formazione in aula ed, in alcuni casi, uno stage presso le aziende del territorio che hanno manifestato l’interesse.

L’avvio delle attività è previsto entro il mese di marzo, le iscrizioni sono aperte fino al 05/03/2016.

Per iscriversi è necessario aver aderito a Garanzia Giovani(www.garanziagiovani.gov.it), aver già sottoscritto il PATTO DI ATTIVAZIONE con il centro per l’impiego e aver opzionato nello stesso la misura “2A Formazione per l’inserimento lavorativo”. E’ necessario inoltre munirsi del documento di identità, codice fiscale, curriculum e presentarsi presso gli uffici della SGI dal lunedì al venerdì, negli orari 9-13 e 15-18.

Per informazioni 0863410876 – info@sgiformazione.it

Subentro e sviluppo dell’imprenditoria giovanile in agricoltura

In data 17 febbraio 2016 è stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il decreto relativo ai mutui a tasso zero per i giovani.

L’obiettivo della misura è quello di favorire il turnover in agricoltura e sostenere i giovani nelle iniziative imprenditoriali.

Nella fase del passaggio di aziende da vecchie a nuove generazioni, Ismea finanzia progetti di sviluppo aziendale o consolidamento nei settori della produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.
Carta d’identità del servizio

-A cosa serve: a finanziare progetti di subentro e/o sviluppo aziendale

-Cosa finanzia: finanzia i progetti disviluppo o consolidamento promossi da un giovane che intende subentrare inun’azienda agricola o che sia già titolare di un’azienda da almeno due anni. I progetti finanziabili devono riferirsi ai settori della produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.

-A chi si rivolge: giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni non compiuti, anche organizzati in forma societaria, che intendono subentrare nella conduzione di un’azienda, o che siano già conduttori di un’azienda agricola e che presentino un progetto per lo sviluppo o il consolidamento nei settori sopra menzionati.

-Agevolazioni: Mutuo a tasso zero della durata massima di 15 anni che copre sino al 75% della spesa ammissibile, per investimenti non superiori a 1.500.000 €.

-Requisiti: A) per progetti di subentro, l’azienda cedente deve essere un’azienda agricola economicamente e finanziariamente attiva da almeno due anni. L’impresa subentrante deve essere costituita da non più di 6 mesi, esercitare esclusivamente attività agricola e essere condotta da un giovane di età compresa tra i 18 e i 40 anni non compiuti, ovvero nel caso di società, avere la maggioranza assoluta di giovani imprenditori agricoli. B) per progetti di sviluppo o consolidamento aziendale l’impresa beneficiaria deve essere attiva da almeno due anni ed essere condotta da un giovane di età compresa tra i 18 e i 40 anni non compiuti, ovvero nel caso di società, avere una maggioranza assoluta di giovani imprenditori agricoli.

MINISTERO_DELL

Nuove imprese a tasso zero per avviare micro o piccole imprese

Dal 13 gennaio 2016 i giovani tra i 18 e i 35 anni e le donne che vogliono avviare una micro o piccola impresa possono usufruire degli incentivi per l’Autoimprenditorialità, afferenti al Decreto legislativo 185/2000, Titolo I.

Le agevolazioni, rinnovate con la Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico del 9 ottobre 2015, che ha messo in campo uno stanziamento iniziale di 50 milioni di euro, sono ora conosciute con il nome “Nuove imprese a tasso zero” e saranno gestite, come sempre, da Invitalia.

L’Agenzia nazionale per l’attrazione di investimenti valuterà le richieste che potranno essere presentate esclusivamente online, attraverso apposita piattaforma informatica, concederà i finanziamenti e monitorerà la realizzazione dei progetti d’impresa.
Non ci saranno graduatorie, nè click-day: le richieste di finanziamento saranno esaminate in base all’ordine cronologico di presentazione. Dopo la verifica formale, è prevista una valutazione di merito che comprende anche un colloquio con gli esperti di Invitalia.

Le modalità di presentazione, i dettagli sugli incentivi e i criteri di valutazione sono descritti, come detto, nella Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico del 9 ottobre 2015, ma di seguito sintetizziamo i principali punti:

A CHI SONO RIVOLTI GLI INCENTIVI

Gli incentivi sono rivolti alle imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni e/o da donne. Le imprese devono essere costituite in forma di società da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda. Anche le persone fisiche possono richiedere i finanziamenti, a condizione che costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.

NATURA DEGLI INCENTIVI

Gli incentivi sono validi in tutta Italia e finanziano progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro. Le agevolazioni sono concesse nei limiti del regolamento de minimis e consistono in un finanziamento agevolato senza interessi (tasso zero) della durata massima di 8 anni, che puó coprire fino al 75% delle spese totali.

Le imprese devono garantire la restante copertura finanziaria e realizzare gli investimenti entro 24 mesi dalla firma del contratto di finanziamento.

COSA SI PUÒ FARE

Sono finanziabili le iniziative per:

produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli
fornitura di servizi alle imprese e alle persone
commercio di beni e servizi
turismo
Possono essere ammessi anche i progetti nei seguenti settori, considerati di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile:

filiera turistico-culturale, intesa come attività per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonchè per il miglioramento dei servizi di ricettività e accoglienza
innovazione sociale, intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali o soddisfano nuovi bisogni sociali
Vedi le attività e le spese ammissibili

Presentazione e valutazione delle domande
La domanda puó essere inviata dal 13 gennaio 2016 esclusivamente online, sul sito di Invitalia. Le modalità di presentazione, i dettagli sugli incentivi e i criteri di valutazione sono descritti nella Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico del 9 ottobre 2015. Le richieste di finanziamento saranno esaminate in base all’ordine di presentazione. Dopo la verifica formale, è prevista una valutazione di merito che comprende anche un colloquio con gli esperti di Invitalia
Invitalia:
www.invitalia.it – tel 848 886 88619009910_19000188_infograficasocie