AVVISO PUBBLICO FINALIZZATO A SOSTENERE E FAVORIRE LA NATALITÀ ATTRAVERSO FORME DI AGEVOLAZIONE ALLA FRUIZIONE DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E BENI DI PRIMA N ECESSITÀ PER IL BAMBINO O LA MADRE GESTANTE

PIANO FAMIGLIA 2021
AZIONI:
1) NATALITA’ BUONI SERVIZIO
2) NATALITA’ BUONI FORNITURA

E’ indetto Avviso Pubblico per l’acquisizione di domande di concessione dei benefici evidenziati nella premessa e la redazione di una graduatoria degli aventi diritto ai quali verrà elargito il relativo Buono Servizio o Buono Fornitura fino a concorrenza delle somme disponibili che sono complessivamente pari ad € 5.000,00 con circa n. 20 buoni disponibili per l’Azione 1 (Buono Servizi) ed € 22.925,00 con circa n. 91 buoni disponibili per l’Azione 2 (Buono Fornitura).

I buoni disponibili verranno assegnati ai residenti dei singoli Comuni in base al seguente riparto effettuato in base al numero di residenti 0 3 anni:
– per l’Azione 1
Brittoli 1 Cappelle sul Tavo 1 Catignano 1 Cepagatti 3 Città Sant’Angelo 3 Civ itaquana 1 Elice 1 Moscufo 1 Nocciano 1 Pianella 2 Rosciano 1 Spoltore 4
– per l’Azione 2
Brittoli 1 Cappelle sul Tavo 3 Catignano 1 Cepagatti 15 Città Sant’Angelo 20 Civitaquana 1 Elice 2 Moscufo 4 Nocciano 2 Pianella 11 Rosciano 5 Spoltore 26

In caso di mancanza di beneficiari in alcuni Comuni i Buoni verranno riassegnati in proporzione agli altri Comuni.

Art. 1
Destinatari e requisiti di accesso
Per entrambe le Azioni:
1.1
il sostegno è rivolto alle donne residenti in uno dei Comuni facenti parte dell’ADS n. 16 Metropolitano e nello specifico: Brittoli Cappelle sul Tavo Catignano Cepagatti Città Sant’Angelo Civitaquana Elice Moscufo Nocciano Pianella Rosciano Spoltore.
1.2
sono destinatari delle due azioni:
a) i nuclei familiari in cui siano presenti uno o più minori di età compresa tra 0 e 36 mesi, e per l’azione 2) anche le gestanti,
b) residenza in uno dei Comuni dell’ADS n. 16 Metropolitano,
c) ISEE ordinario non superiore a € 8.000,00.
1.3
Criteri di priorità.
Al fine di determinare l’ordine di priorità per l’ammissione al beneficio le domande saranno ordinate in modo decrescente in base al valore ISEE.
A parità di valore ISEE, l’ordinamento delle domande è determinato dall’ordine di arrivo delle domande.
1.4
L’entità sia del Buono servizio che del Buono fornitura è pari ad € 250,00 per ogni m inore di età compresa tra 0 e 36 mesi per un numero di beneficiari calcolati nei limiti delle risorse stanziate
1.5
E’ possibile presentare richiesta per una sola delle AzioniE’ possibile presentare richiesta per una sola delle Azioni.

Art. 2 –– Servizi
2.1
Azione 1
 Concessione di “Buoni Servizio” al fine diConcessione di “Buoni Servizio” al fine di favorire l’utilizzo dei servizi per la prima favorire l’utilizzo dei servizi per la prima infanzia infanzia
 Ludoteca prima infanzia da 6 Ludoteca prima infanzia da 6 –– a 36 mesi a 36 mesi
 Servizi integrativi al Nido (Spazio bambini 0 Servizi integrativi al Nido (Spazio bambini 0 –– 36 mesi 36 mesi –– Centro x bambini e famiglie 0 Centro x bambini e famiglie 0 –– 36 36 mesi).mesi).
2.2
Azione 2
Concessione di “Buoni Fornitura”
Concessione di “Buoni Fornitura” di beni di prima necessità per bambini da 0 a 3 anni, per prima necessità per bambini da 0 a 3 anni, per gestanti in difficoltà e madri sole in situazioni di disagio per stato di povertà o isolamento, per gestanti in difficoltà e madri sole in situazioni di disagio per stato di povertà o isolamento, per affrontare le prime spese per il nascituro.affrontare le prime spese per il nascituro.

Art. 3
Condizioni per l’utilizzo dei Buoni. Cessazione. Sospensione
3.1 – Il Buono non è trasferibile né cedibile a persone diverse dal beneficiario, né, in alcun modo, monetizzabile. Non sono ammissibili forme di compensazione o rimborso, anche parziale, di prestazioni non usufruite o non usufruite integralmente.
3.2 – Il riconoscimento dell’assegnazione del Buono è condizionato alla disponibilità delle risorse finanziarie.
3.3 – La decadenza dal diritto all’assegnazione del buono potrà avvenire per le seguenti motivazioni:
a) perdita dei requisiti di accesso;
b) rinuncia scritta da parte del beneficiario;
c) trasferimento della residenza in altro Ambito Distrettuale Sociale;
d) dichiarazioni false risultate da controlli sulla documentazione presentata.

Art. 4
Modalità di erogazione
Il buono sarà erogato in unica soluzione.
I rimborsi saranno erogati a fronte di spese effettivamente sostenute ed appositamente documentate da fatture/ricevute fiscali o documenti probatori equivalenti, regolarmente quietanzati nel periodo compreso tra il 01.01.2022 alla data di pubblicazione dell’elenco degli ammessi.

Art. 5
Valutazione delle domande e graduatoria
5.1 – La procedura di selezione produrrà due graduatorie distinte: una per l’Azione 1 ed una per l’Azione 2.
5.2 – La valutazione delle richieste prevede la verifica dell’ammissibilità formale e sostanziale in base ai requisiti di accesso di cui al precedente art. 1.
5.3 – Verifica dell’ammissibilità.
La verifica dell’ammissibilità verrà effettuata attraverso istruttoria dell’ufficio competente.
Le richieste saranno ritenute ammissibili ed inserite in graduatoria se:
– presentate da utenti in possesso dei requisiti richiesti;
– pervenute entro le date di scadenza e secondo le modalità indicate;
– compilate e trasmesse secondo quanto indicato nell’apposito avviso;
– corredate di tutta la documentazione necessaria richiesta.
Qualora nel corso dell’istruttoria si rendesse necessaria l’integrazione e/o il chiarimento dei dati e delle informazioni fornite dalle richiedenti, l’ufficio competente potrà inoltrare all’istante specifica richiesta a riguardo.

Art. 6
Documentazione e tempi di presentazione delle domande
Gli utenti interessati dovranno compilare apposita domanda utilizzando, a pena di esclusione, il modello allegato al presente Avviso (All. 1). Inoltre dovrà essere allegata copia del domodello allegato al presente Avviso (All. 1). Inoltre dovrà essere allegata copia del documento di cumento di identità in corso di validità del richiedente. identità in corso di validità del richiedente.
Le domande devono pervenire entro il 31 MAGGIO 2022 nelle seguenti modalità:
– Raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo: Comune di Spoltore, Via G. Di Marzio n. 66 – 65010 Spoltore (PE);
– Invio PEC all’indirizzo: protocollo@pec.comune.spoltore.pe.it;
– Consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Spoltore: Lunedì, Mercoledì, Giovedì e Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 – il Martedì dalle ore 9.00 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 17.30.
In caso di invio tramite raccomandata, si precisa che non farà fede il timbro postale, bensì il timbro di ricevimento apposto dall’Ufficio Protocollo.

Art. 7
Tutela della Privacy
Il Trattamento dei dati personali degli utenti verrà effettuato, in conformità con il Regolamento mento dei dati personali degli utenti verrà effettuato, in conformità con il Regolamento generale sulla protezione dei dati personali del Comune di Spoltore e con la coerente normativa generale sulla protezione dei dati personali del Comune di Spoltore e con la coerente normativa nazionale vigente; esso verrà effettuato esclusivamente per le finalità previste dalla normativa previste dalla normativa vigente in materia di servizi comunali alla persona e sociovigente in materia di servizi comunali alla persona e socio-educativi, con particolare riferimento educativi, con particolare riferimento all’organizzazione del Progetto Piano degli interventi integrati per la famiglia.
Il conferimento dei dati è obbligatorio per accedere al servizio e l’eventuale rifiuto al trattamento ere al servizio e l’eventuale rifiuto al trattamento comporterà il venir meno della possibilità di beneficiarne. In ogni momento potrà esercitare i suoi diritti nei confronti del titolare del trattamento e del Responsabile esterno indicato, contattando diritti nei confronti del titolare del trattamento e del Responsabile esterno indicato, contattando risrispettivamente il Responsabile della Protezione dati del Comune, all’indirizzo email pettivamente il Responsabile della Protezione dati del Comune, all’indirizzo email rpd@comune.spoltore.pe.it. Prima di sottoscrivere il presente modulo voglia prendere visione . Prima di sottoscrivere il presente modulo voglia prendere visione dell’informativa completa sul trattamento che,  per quanto concerne il titolare è reperibile sul sito web del Comune di Spoltore, all’indirizzo www.comune.spoltore.pe.it.

Art. 8
Responsabile del procedimento e informazioni
Il Responsabile del Procedimento per il presente Avviso è il dott. Paolo Ossiani.
In ordine alla presente procedura è possibile ottenere chiarimenti mediante ottenere chiarimenti mediante presso il Servizio di presso il Servizio di Segretariato Sociale del Comune di Residenza nei giorni e orari di apertura.

Art. 9
Norme di rinvio
Per quanto non specificato si rinvia a tutte le disposizioni normative vigenti che regolano la materia, in quanto applicabili.

avviso piano famiglia 2021

modulo di domanda

 

 

 

 

🇺🇦 Emergenza Ucraina: accoglienza profughi

OSPITI UN CITTADINO UCRAINO IN FUGA DAL CONFLITTO?
Devi effettuare la “Dichiarazione di Ospitalità” entro 48 ore al Sindaco del tuo Comune. Se sei residente nel comune di Pescara devi recarti presso l’HUB di riferimento sotto riportato. In alternativa, potrai effettuare la “Dichiarazione di ospitalità” alla Questura di Pescara.

SEI UN CITTADINO UCRAINO IN FUGA DAL CONFLITTO?
Recati presso l’ HUB sotto indicato dove potrai trovare assistenza sanitaria, alloggiativa e potrai dichiarare la tua presenza sul territorio italiano. Qui potrai effettuare il tampone antigenico rapido o molecolare, obbligatorio entro le 48 ore dal tuo arrivo.


ВИ ПРИЙМАЄТЕ ГРОМАДЯНИНА УКРАЇНИ, ЩО РІКАЄ ВІЙНИ?
Ви повинні протягом 48 годин подати  Декларацію про гостинність  меру вашого муніципалітету. Якщо ви проживаєте в муніципалітеті Пескари, ви повинні відвідати HUB нижче.

SВИ ГРОМАДЯНИН УКРАЇНИ, ЩО РІКАЄТЬСЯ ВІД ВІЙНИ?
Перейдіть до HUBs, де ви можете знайти медичне обслуговування, житло і можете заявити про свою присутність на території Італії. Тут ви можете зробити швидкий або молекулярний антигенний мазок, обов’язковий протягом 48 годин після вашого прибуття.


 

HUB PROVINCIA DI PESCARA

Pescara, Stazione di Porta Nuova, Piazza Berlinguer
attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 8.00 alle ore 20.00

 


STRUTTURE ALBERGHIERE NOTTURNO E FESTIVI


 

Avvisi per le 4 province abruzzesi

 

🇺🇦 Manifestazioni di disponibilità all’accoglienza temporanea dei minori non accompagnati e/o famiglie con minori in fuga dalle zone del conflitto dell’Ucraina

La Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Abruzzo, d’intesa con il Prefetto de L’Aquila e sentito il Presidente del Tribunale de L’Aquila, intende avviare, unitamente alle Caritas Diocesane di L’Aquila, Chieti–Vasto e Teramo, una ricognizione finalizzata alla raccolta delle disponibilità di nuclei famigliari residenti in Abruzzo, all’accoglienza temporanea dei minori non accompagnati e/o delle famiglie con minori in fuga dalle zone del conflitto dell’Ucraina, nonché alla formazione di un elenco di mediatori culturali e linguistici, con il compito di facilitare gli ingressi in famiglia.

Di seguito Avviso e moduli:

AVVISO_EMERGENZA_UCRAINA

Modulo_disponibilita_accoglienza

Modulo_disponibilita_mediatori

🇺🇦 Donazioni per i rifugiati ucraini

Donazioni per i rifugiati ucraini

SABATO 12 E DOMENICA 13 MARZO
Porta la tua donazione
nella SEDE CROCE ANGOLANA
(accanto Cimitero Comunale)
dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Donazioni di:
1. Abbigliamento e intimo nuovo per
• bimbo/a 2 anni
• ragazze 10 anni
• donne adulte

2. Beni di prima necessità per igiene e alimentazione adulti e bambini.

 

Avviso pubblico per l’assegnazione di benefici a sostegno del ruolo di cura e di assistenza del caregiver familiare

Avviso pubblico per l’assegnazione di benefici a sostegno del ruolo di cura e di assistenza del caregiver familiare.

Il presente Avviso è finalizzato ad erogare interventi di sollievo e sostegno del ruolo di cura e di assistenza dei caregiver familiari che assistono un congiunto non autosufficiente e non in grado di prendersi cura di sé nelle attività della vita quotidiana nell’ambiente domestico, nella vita di relazione e nella mobilità, interagendo con gli operatori che forniscono attività di cura e assistenza.

Domande entro l’8 aprile 2022

 

Avviso completo e modelli per le domande:

Avviso Caregiver

Modello domanda Assegno Caregiver

Modello domanda una tantum deistituzionalizzazione

AVVISO – Assegno al Nucleo Familiare (art. 65 Legge 23 dicembre 1998, n. 448) – Assegno di Maternità (art.74 del D. Lgs.151/2001 -Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità)

Assegno al Nucleo Familiare

(art. 65 Legge 23 dicembre 1998, n. 448)

Assegno di Maternità

(art.74 del D. Lgs.151/2001 -Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della

maternità e della paternità)

AVVISO

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE

DELLA FAMIGLIA

Rivalutazione, per l’anno 2022, della misura e dei requisiti economici dell’assegno per il nucleo familiare

numeroso e dell’assegno di maternità. (22A00928)_(GU Serie Generale n.30 del 05-02-2022).

 

La variazione nella media 2021 dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, calcolato con le esclusioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 81, da applicarsi per l’anno 2022 ai sensi dell’art. 13, comma 4, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159 (assegno al nucleo familiare numeroso e assegno di maternità) è pari all’1,9 per cento (Comunicato ufficiale dell’ISTAT del 17 gennaio 2022).

Pertanto:

 – L’assegno mensile per il nucleo familiare ai sensi dell’art.65 della legge 23 dicembre 1998, n.  448 e successive modifiche e integrazioni, da corrispondere agli aventi diritto per l’anno 2022, se spettante nella misura intera, è pari a euro 147,90; per le domande relative al medesimo anno, il valore dell’indicatore della situazione economica equivalente è pari a euro 8.955,98;

L’art. 65 della legge 23 dicembre 1998, n. 448 è abrogato, dall’art. 10 del decreto legislativo 29 dicembre 2021, n. 230, a decorrere dal 1° marzo 2022; conseguentemente, per l’anno 2022, l’assegno di cui all’art. 65 della legge 23 dicembre 1998, n. 448 è riconosciuto esclusivamente con riferimento alle mensilità di gennaio e febbraio.

 

-l’assegno mensile di maternità ai sensi dell’art. 74 della legge 26 marzo 2001, n. 151, da corrispondere agli aventi diritto per l’anno 2022, per  le nascite,  gli  affidamenti  preadottivi  e  le adozioni senza affidamento, se spettante nella misura intera, è pari a euro 354,73; per le domande relative al medesimo  anno,  il  valore dell’indicatore della situazione economica equivalente è pari a euro 17.747,58.

 Per ogni informazione è possibile rivolgersi allo Sportello di Segretariato Sociale Comunale negli orari di

 apertura al pubblico.

 

IL CAPO SETTORE AFFARI GENERALI

Dott. Antonino D’Arcangelo

 

MODULO A.M. 2022

MODULO A.M. 2022

MODULO A.N.F. 2022

MODULO A.N.F. 2022

AVVISO 2022

AVVISO 2022

 

 

 

INTERVENTI PER LA VITA INDIPENDENTE 2022

AMBITO DISTRETTUALE SOCIALE N° 16 “METROPOLITANO”

LEGGE REGIONALE N. 57/2012
INTERVENTI REGIONALI PER LA VITA INDIPENDENTE

AVVISO PRESENTAZIONE PROGETTO PERSONALIZZATO ANNUALITA’ 2022
(approvato con determina N° 01 del 03.01.2022)

Obiettivi
L’assistenza personale autogestita permette di vivere a casa propria e di organizzare la propria vita, come fanno le persone senza disabilità e consente alle famiglie di essere più libere da obblighi assistenziali.

Destinatari
Gli interventi di cui alla L.R. del 23 Novembre 2012, n. 57: “Interventi per la vita indipendente” sono rivolti esclusivamente alle persone con disabilità in situazione di gravità, come individuate dall’articolo 3, comma 3, della legge 104/1992 con ISEE in corso di validità (ISEE socio sanitario dove la composizione del nucleo familiare lo consente) non superiore ad euro 20.000,00 e di età superiore ai 18 anni, nonché ai rappresentanti legali dei predetti soggetti nel caso di disabili psico-relazionali, residenti in uno dei Comuni afferenti all’ADS n. 16 Metropolitano di seguito elencati:
Brittoli, Cappelle sul Tavo, Catignano, Cepagatti, Città S. Angelo, Civitaquana, Elice, Moscufo, Nocciano, Pianella, Spoltore, Rosciano.

Tipologia dell’intervento
La persona con disabilità sceglie autonomamente il proprio assistente personale, che può essere anche un familiare, ed è tenuta a regolarizzarne il rapporto di lavoro nel rispetto delle forme contrattuali previste dalla normativa vigente.

Modalità di richiesta di finanziamento
1. L’assistenza personale autogestita è realizzata attraverso l’attuazione del progetto personalizzato, redatto su appositi moduli, allegato al presente avviso, presentato dalla persona interessata nonché dal rappresentante legale del predetto soggetto nel caso di disabile psico-relazionale, con cadenza annuale agli Enti Capofila di Ambito Distrettuale (ECAD) di riferimento, anche per il tramite del Comune di residenza, nel rispetto delle risorse disponibili nel bilancio regionale.
2. Gli ECAD, entro 10 giorni dalla scadenza di presentazione delle istanze e dei progetti presentati dai soggetti interessati attivano, le UVM, del Distretto sanitario competente per territorio, per la valutazione e la verifica dei progetti stessi.
3. I progetti inviati sono valutati dall’equipe multidisciplinare, nel rispetto di quanto stabilito dalla Determinazione Dirigenziale n. 138 del 13.12.2017 e dalla Delibera di G.R. n. 759 del 15.12.2017. con contestuale determinazione dei livelli di intensità assistenziale in base ai criteri di cui all’art. 5 e all’articolo 8, comma 1, lettere a), b), c) e d) della L.R. 57/2012. Nella valutazione dei progetti la persona con disabilità che ha fatto richiesta di assistenza personale è parte integrante dell’equipe multidisciplinare.
4. Gli ECAD, successivamente alla valutazione comunicata dagli UVM, inviano la richiesta di finanziamento alla Direzione della Giunta Regionale competente in materia di politiche sociali.

Domande di progetto di Vita Indipendente
1. Gli utenti che desiderano utilizzare questa tipologia di assistenza predispongono e presentano un progetto individuale per la “vita indipendente” e la richiesta del relativo finanziamento all’ECAD di appartenenza, anche per il tramite del proprio Comune di residenza, sui modelli di Domanda ed Elaborazione del Progetto, predisposti dalla Direzione Regionale competente, allegato al presente avviso, unitamente alla seguente documentazione:
a) certificazione rilasciata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 (Legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate);
b) proposta di piano personale che illustra le esigenze personali e gli obiettivi di massima che si intendono soddisfare;
c) piano economico generale di spesa preventivato in base al monte di assistenza previsto;
d) attestazione ISEE in corso di validità, socio sanitario dove la composizione del nucleo familiare lo consente.
2. La richiesta e il relativo progetto devono essere sottoscritti dall’utente, o in caso di impossibilità, dal suo legale rappresentante.
3. In base a quanto contenuto nella Delibera di G.. n. 759 del 15.12.2017 viene stabilito in € 20.000.00 l’ammontare massimo del valore I.SE.E. quale limite di reddito utile a consentire l’ammissibilità ai benefici della L.R. in argomento, ISEE in corso di validità (socio sanitario dove la composizione del nucleo familiare lo consente).

Voci di spesa ammesse al finanziamento
1. Sono ammesse a finanziamento le seguenti tipologie di spesa:
a) somme corrisposte all’assistente personale per le prestazioni fornite, in base al tipo di rapporto di lavoro instaurato e al rispetto del CCNL di riferimento;
b) contributi previdenziali ed assicurativi previsti per legge;
c) eventuali spese di vitto/alloggio nel caso di effettuazione del servizio fuori della sede di residenza:
d) spese di rendicontazione per una quota massima del 10% di ciascun progetto.
2. L’ECAD esercita la vigilanza ed il controllo sull’attività svolta dall’operatore nei confronti dell’utente e verifica, anche sulla base del gradimento dichiarato dall’utente stesso, l’efficacia dell’intervento rispetto alle finalità auspicate.

La domanda di “Progetto di Vita Indipendente”, annualità 2022, redatto su apposito modello regionale, deve essere presentata, entro il 31 GENNAIO 2022 mediante:
consegna diretta presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Spoltore – ECAD n. 16 Metropolitano – Via G. Di Marzio, n. 66 – 65010 Spoltore (PE) nei seguenti giorni e
orari di apertura al pubblico: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30; a mezzo PEC al seguente indirizzo: protocollo@pec.comune.spoltore.pe.it.

L’INTERESSATO PUO’ CONSEGNARE LA DOMANDA ANCHE PRESSO IL PROPRIO COMUNE DI RESIDENZA SEMPRE ENTRO IL 31 GENNAIO 2021. SARA’ COMPITO DEL COMUNE DI RESIDENZA INVIARE LE RICHIESTE, DEBITAMENTE PROTOCOLLATE IN ARRIVO, ALL’ECAD / COMUNE DI SPOLTORE ENTRO IL 03 FEBBRAIO 2022

IL SERVIZIO DI SEGRETARIATO SOCIALE DEL COMUNE DI RESIDENZA E’ A DISPOSIZIONE PER OGNI EVENTUALE INFORMAZIONE.

 

Allegati:

modello domanda vita indipendente

avviso vita indipendente

TESSERE DI LIBERA CIRCOLAZIONE – Anno 2022

La Tessera di Libera Circolazione permette di viaggiare gratuitamente all’interno della regione Abruzzo senza limiti di orari e di corse, su tutte le linee del trasporto pubblico regionale: bus urbani e suburbani, compresi i servizi ferroviari regionali di seconda classe per gli spostamenti all’interno dei confini della regione Abruzzo.

La Regione con comunicazione del 15 dicembre 2021 ha disposto la validità delle tessere di libera circolazione, convalidate nel corso degli anni 2020/2021, fino al 31 marzo 2022 alla luce della nuova proroga dello stato di emergenza.

REQUISITI per poter beneficiare della Tessera di Libera Circolazione:

  • Percentuale minima di invalidità 74% ed essere in possesso di un reddito imponibile IRPEF inferiore o pari a € 15.500,00 relativo all’anno precedente (il limite di reddito è a carattere individuale).
  • Senza limiti di reddito per: privi di vista per cecità assoluta, Cavalieri di Vittorio Veneto, grandi invalidi di guerra, di lavoro e di servizio, invalidi con grado di invalidità pari al 100%.

DOCUMENTAZIONE da allegare alla domanda:
NUOVA DOMANDA/DUPLICATO: N. 2 fototessere, verbale di invalidità, copia del documento

RINNOVO: copia del documento, verbale di invalidità

Allegati:

MODULO TESSERE DI LIBERA CIRCOLAZIONE

AVVISO TESSERE LIBERA CIRCOLAZIONE