Il sub-affidamento (cd. “2%”) è disciplinato dal combinato disposto dei commi 2 e 18 dell’art. 105 del D.Lgs. n. 50/2016. Non possono essere oggetto di “sub-affidamento”, in quanto rientrano nella disciplina del subappalto, le prestazioni riconducibili ai “lavori; tali possono essere considerati, a titolo esemplificativo, i casi in cui il bene viene prodotto al di fuori di una produzione di serie oppure il bene viene trasformato in un’entità diversa. È considerato subaffidamento la prestazione, quale la fornitura con posa in opera o il nolo a caldo o altra prestazione, che rientri in uno dei seguenti casi: – Importo subcontratto < 2% dell’ammontare dei lavori affidati indipendentemente dall’incidenza del costo della manodopera. – Importo subcontratto < 100.000,00 euro indipendentemente dall’incidenza del costo della manodopera. – Importo subcontratto > 2% dell’ammontare dei lavori affidati se la manodopera ha incidenza < 50% dell’importo del subcontratto. – Importo subcontratto > 100.000,00 euro se la manodopera ha incidenza < 50% dell’importo del subcontratto. Non è consentita la frammentazione degli importi delle prestazioni effettuata al fine di rientrare in uno dei casi sopra elencati. Ricorrendo le predette condizioni l’appaltatore potrà affidare a terzi dette prestazioni, dandone semplicamente comunicazione alla Stazione Appaltante. L’appaltatore ha l’obbligo di comuncare alla stazione appaltante: – il nome del subcontraente; – importo del contratto; – l’oggetto della prestazione affidata. Si segnala, infine, che il responsabile del procedimento e la direzione lavori, nell’ambito delle funzioni assegnate dalla legge, possono chiedere all’appaltatore chiarimenti per valutare il rispetto dei requisiti sopra indicati; possono altresì effettuare tutte le valutazioni inerenti la quantità, le caratteristiche, le tempistiche e il rispetto degli obblighi nei confronti dei lavoratori presenti in cantiere.

Modulistica Subappalto

Modulo richiesta subappalto lavori.  Scarica qui

Dichiarazione requisiti di ordine generale. Scarica qui

Dichiarazione relativa ai requisiti di ordine speciale per lavori di importo inferiore a 150 mila Euro. Scarica qui

Dichiarazione relativa al divieto delle intestazioni fiduciarie.  Scarica qui

Dichiarazione relativa alle forme di controllo dell’art. 2359 c.c..  Scarica qui

Contratto di subappalto.  Scarica qui

Autocertificazione comunicazione antimafia da produrre alla Pubb. Amm./Staz. Appaltante nei casi di cui all’art. 89 del D.Lgs. n. 159/2011. Scarica qui

Dichiarazione sostitutiva del certificato contestuale di residenza e di stato di famiglia. Scarica qui